Pagine

sabato 3 marzo 2018

Monopoli - Casertana 1-1

MONOPOLI: Bardini; Benassi Ferrara Bei; Rota Sounas Scoppa Donnarumma Mercadante (dal 23’ st Minicucci); Sarao (dal 33’ st Mangni) Genchi (dal 32’ Salvemini). A disp.: Lewandoski, Convertini, Paolucci, Mavretic, Tafa, Russo, Longo, Eleuteri, Bacchetti. All.: G. Scienza
CASERTANA: Forte; Meola Polak Lorenzini Pinna; Carriero (dal 5’ st Padovan) De Rose Romano (dal 21’ st Santoro) D’Anna (dal 33’ st Finizio); Alfageme (dal 33’ De Marco) Turchetta. A disp.: Cardelli, Forte, Cigliano, Minale, Tripicchio. All.: L. D’Angelo.
ARBITRO: Mario D’Ascanio di Ancona; assistenti F. S. Marinenza di L’Aquila e T. Ruggieri di Pescara.
MARCATORI: Ferrara al 14’, Turchetta (rig.) al 28’ st
NOTE: ammoniti Benassi (33’ pt), Padovan (25’ st), Finizio (42’ st), Rota (42’ st); angoli 3-1 per Monopoli; rec.: 1’ pt-5’ st
Buon pareggio

22 commenti:

  1. Avanti così, partita difficile ottimo punto , forse abbiamo raccolto più di quanto meritato ma come diceva un caro vecchio e saggio amico: " chest va p chell". Raf 56

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con te partita sofferta polac si è addormentato sul gol comunque non fa niente l'importante è che siamo fuori dall'inferno forza falchi Ale

    RispondiElimina
  3. La prossima è più tosta,poi l'altra voglio vedere quanta gente si appresenta allo stadio dopo l'appello del presidente,questo è il momento di cacciare le palle,squadra e tifosi

    RispondiElimina
  4. Noi saremo sicuramente al pinto però x portare la gente ci vuole una buona pubblicità e questo lo deve fare la società poi per portare una squadra in alto ci vogliono dei buoni sponsor e non capisco un presidente che lavora onestamente non ha appoggio e gli altri che prendono in giro i tifosi o sono dei falliti hanno grandi appoggi dai sponsor chi capisce Va bene comunque sempre forza falchi e niente piu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo,e siamo a -6 dai play off vorrei aggiungere, il problema è che a Caserta facciamo comandare agli altri,sia politicamente sia a livello imprenditoriale

      Elimina
    2. E certo che comandano gli altri se non era per il presidentissimo D'Agostino che viene dalla provincia oggi il vecchio e amato falco era già spacciato perciò mettetevi in testa una cosa che la casertana e della provincia non del casertano di caserta la storia lo insegna basta ricordare gli anni 80/90 il pinto era pieno e la casertana e i suoi veri tifosi erano rispettati in tutti gli stadi con questo voglio dire e chiudo ma li avete visti benne questi che oggi si fanno chiamare tifosi del nostro amato falco una volta li avremmo messi ad attaccare gli striscioni e a toglierli comunque saluto il falco e spero che la provincia tutta tornerà a riempire il pinto solo così la casertanita comincerà ad essere rispettata come nei tempi d'oro.

      Elimina
  5. Un abbraccio alla famiglia di Astori 👏👏👏👏👏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo,e si faccia chiarezza su questa cosa,un atleta che muore d'infarto mi suona male

      Elimina
    2. Nel senso che nn è il primo calciatore della Fiorentina che finisce così,chi ha più di 30 anni se lo ricorderà,mo è un bel po'che nn succedeva

      Elimina
  6. Allora x quanto riguarda la provincia e normale che la maggior parte dei tifosi vengono da fuori caserta fa quasi 80000abitanti tutta la provincia siamo 1000000 che dici perciò non dire nient'altro la cosa ridicola è la rivalità che esiste tra i tifosi di tutta la provincia di Caserta esempio con i sanmaritani ecc dobbiamo essere tutti uniti e far tremare gli altri

    RispondiElimina
  7. Era normale negli anni 70/80/90 vedere lo stadio pieno,anche perché in alternativa alla Casertana nn ci stava niente,poi i casertani di città hanno sempre preferito il basket che dava parecchie soddisfazioni ma conoscevo anche un sacco di gente che seguiva entrambe le squadre

    RispondiElimina
  8. Ci sono altri 11 incontri da giocare ossia 33 punti in palio.
    La salvezza è a 12 punti per me siamo messi bene.

    RispondiElimina
  9. Ciao hanno fatto un bel biscotto 3 partite in 6 giorni invece di posticipare la partita con il Lecce almeno facevano più telespettatori ah forse per non far scoprire qualche aiuto in diretta ai pugliesi o per farci stancare troppo così il Lecce con una rosa più ampia potrà fare meglio abbiamo capito che devono andare in b l'anno scorso ci hanno portato il Foggia e quest'anno tocca a loro ci sta gravina io se fossi il presidente farei ricorso poi veda lui comunque tifo sempre caserta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lecce e Foggia sono due piazze da serie A ....solo di spettatori fanno numeri record.
      L'anno prossimo sarà l'anno del Catania e Trapani idem per numero di spettatori.
      Quindi inutile fare le vittime, noi dobbiamo pensare a fare 12 punti in 11 giornate e ringraziare il padreterno

      Elimina
  10. Ho capito che vuoi dire,ma se appoggiamo il progetto del presidente tra un paio di anni saremo anche noi tra le favorite è pure una questione di budget,che avremo quando si saranno risolte le questioni dei debiti

    RispondiElimina
  11. Siamo tremendamente cinici. Avanti così forza casertana

    RispondiElimina
  12. Questi 3 punti a Siracusa valgono tanto alla classifica ed al morale.....-9 e siamo fuori dai guai retrocessione. 2 vittorie e 2/3 pareggi!!!!! Vaaaiiiiiii

    RispondiElimina
  13. Forza falchi continua così

    RispondiElimina
  14. I gufi?? Scomparsi? Forza falchi!

    RispondiElimina
  15. Ma quali gufi vuoi vedere che adesso siamo diventati il Real Madrid e questa è la mentalità che bisogna cambiare in questa cavolo di provincia e città si va sempre dove sventola la bandiera e per questo che siamo sempre gli ultimi su tutto con questo voglio dire e chiudo di non esagerare sempre la casertana quest'anno si deve salvare e poi pensare alla rifondazione se non sbaglio è sempre quello che abbiamo scritto tutti su questo blog comunque faccio un in bocca al lupo al presidente D'Agostino che sta' mettendo tutto se stesso e tante risorse per questa squadra e questa terra all'incontrario dì tanti imprenditori di caserta città che non hanno mai cacciato una lira questa banda di pecoroni perché a Caserta solo questo sono.

    RispondiElimina
  16. Per carità nessun volo pindarico era riferito solo a coloro che gufano alla prima occasione sulla Casertana.

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.